Port Louis, una capitale cosmopolita

Port Louis, una capitale cosmopolita

Port Louis, la capitale cosmopolita di Mauritius, venne fondata nel 1735 dal governatore francese e pioniere Bertrand-François Mahé de La Bourdonnais. Situata sulla costa nord-occidentale dell'isola, Port Louis è la capitale amministrativa e commerciale.

Brulicante di folla durante il giorno, la città è ricca di tesori culturali e storici da non perdere. Oltre al mercato centrale, vero punto di riferimento per chi vuole sentirsi vicino all'anima di Mauritius, Port Louis vanta molti siti storici tra cui il Champ de Mars, il più antico ippodromo dell'emisfero australe.

 

Da vedere a Port Louis


La Place D’Armes

Centro storico della città, la Place d'Armes, circondata da "palme bottiglia" e diverse statue, è la piazza principale che collega il lungomare al Palazzo del Governo.

 

Statua di Mahe de La Bourdonnais

Questa statua, che ritrae uno dei padri fondatori di Mauritius, si trova all'ingresso della Place d'Armes, a ricordare l'eredità francese dell'isola.

 

Il Palazzo del Governo

Il Palazzo del Governo, costruito al tempo del governatore Nicolas de Maupin (1729-1735), è uno splendido edificio e uno dei più antichi di Port Louis. Recentemente ristrutturato, è la sede ufficiale del Parlamento di Mauritius.

 

Teatro di Port Louis

Il teatro comunale di Port Louis è stato costruito nel XIX secolo ed è uno dei più antichi dell'Oceano Indiano. Decorato nel classico stile dei teatri londinesi, può ospitare circa seicento spettatori.

 

Fort Adelaide

Adagiata in cima a una collina che domina la città e il porto, la Cittadella di Port Louis (Fort Adelaide) è una fortificazione costruita tra il 1834 e il 1840 per assicurare il controllo della città in caso di disordini dovuti all'abolizione della schiavitù. Oggi vi si tengono concerti locali e internazionali e spettacoli artistici. Vale la pena salire fin qui per godersi il meraviglioso panorama.

 

Aapravasi Ghat

Sito classificato come Patrimonio Mondiale dell'Umanità dall'UNESCO, l'Aapravasi Ghat (Magazzino dell'immigrazione in hindi) onora le migliaia di servi che giunsero dall'India dopo l'abolizione della schiavitù. L'Aapravasi Ghat era il punto in cui sbarcavano gli immigrati, che poi si stabilirono in modo permanente nell'isola.

 

BRIC

Il Beekrumsing Ramlallah Interpretation Centre (BRIC) si trova su Wharf Street, nel punto in cui sbarcavano i servi a contratto. Il centro a essi dedicato espone gli oggetti provenienti dagli scavi archeologici, mentre gli schermi touch screen da 22 pollici permettono ai visitatori di scoprire la storia di quel periodo.

Il centro vanta anche la replica di una nave simile a quelle dove i servi a contratto si imbarcavano in vista del terribile viaggio di circa sei settimane che li avrebbe portati a Mauritius: “salitevi a bordo”, per immaginare il viaggio di circa sei settimane che portava gli immigrati dall’India sull’isola. Un film di 10 minuti documenta le testimonianze dei loro discendenti. La raccolta di reperti include inoltre pipe, fiale per farmaci (in loco c’era un ospedale) e bottiglie vuote di gin e di rum, probabilmente bevute da ufficiali britannici: tutti gli oggetti sono stati rinvenuti durante gli scavi archeologici presso l'Aapravasi Ghat. Altro reperto conservato è lo scalo per tirare a secco le imbarcazioni, utilizzato in quel luogo tra il 1846 e il 1856.

 

Museo di Storia Naturale

Creato dalla Natural History Society di Mauritius, il museo ha aperto le porte al pubblico nel lontano 1842. Attualmente conserva 35.000 pezzi esposti in quattro gallerie permanenti.

 

Museo Postale di Mauritius

I visitatori vengono accolti con grande cordialità in questo vecchio edificio in pietra situato nei pressi del Caudan Waterfront. Visitando il Museo è possibile ammirare pezzi di grande interesse che hanno segnato la storia del servizio postale dell'isola, tra i quali una collezione di francobolli e di buste primo giorno. Ogni ultimo sabato del mese, alle 13:00, il Museo ospita l'incontro di un'associazione di filatelici e chiunque sia appassionato di francobolli può partecipare. È possibile acquistare in loco francobolli e album, buste primo giorno, libri, portachiavi e altri souvenir.

 

Museo Blue Penny

Per alcuni Mauritius è sinonimo di dodo, l'uccello endemico dell'isola ormai estinto. Altri invece associano l'isola al raro e prezioso francobollo "Post Office" blu da 2 penny, di cui è possibile ammirare un originale al museo Blue Penny, a Caudan. Nelle sale decorate del museo sono conservate altre collezioni di grande valore, testimonianza dell'eterogenea eredità storica e culturale di Mauritius.

 

Marie Reine de la Paix

Affacciata su Port Louis e arroccata sulle pendici di Signal Mountain si trova la chiesa cattolica Marie Reine de la Paix. Saliti gli 82 scalini che permettono di raggiungere il monumento, rimarrete sbalorditi dalla bellezza della vista sulla città e sul mare. Per di più, i giardini che circondano la chiesa sono ben curati e sono adatti a picnic o momenti di relax, lontano dal trambusto della città di Paix.

 

Da fare


Il lungomare di Caudan

Il Caudan Waterfront è una tappa obbligata per chi è alla ricerca delle migliori occasioni e dei più famosi marchi internazionali o per una passeggiata sul lungomare vivace e animato, costellato da ristoranti che offrono un'ampia gamma di cucine! Fate un salto nei negozietti d’artigianato e date un occhio agli scaffali dell'unica biblioteca di Caudan... potreste facilmente incappare in qualche tesoro dell'arte e della letteratura mauriziana.

 

 

Shopping

Visualizza tutti i Centri Commerciali a Port Louis

 

Il Champ de Mars

Da marzo a dicembre, è il luogo ideale per assistere a vivaci corse di cavalli durante i fine settimana, un'attività molto popolare a Mauritius. Un luogo familiare, dove una folla variopinta e amichevole celebra ogni gara nella "piana".

 

Museo della fotografia

Il Museo della fotografia, unico nel suo genere, consente al visitatore di viaggiare nel tempo grazie alle telecamere e alle migliaia di foto raccolte con passione dal fotografo Tristan Breville.

 

Rajiv Gandhi Science Centre

Il Rajiv Gandhi Science Centre è sia un parco di divertimenti sia un appassionante percorso scientifico alla periferia di Port Louis, dove bambini e ragazzi potranno partecipare alle diverse mostre e attività proposte. L'obiettivo è di mostrare ai bambini in modo divertente i principi fondamentali della meccanica, dell'acustica, della luce e delle onde.

 

China Town

In the 1780s, thousands of voluntary Chinese migrants set sail for Port Louis from Guangzhou on board British, French, and Danish ships and found employment as blacksmiths, carpenters, cobblers, and tailors. They formed a small Chinatown, the ‘Camp des Chinois’, in Port Louis.

Today the Chinese still occupy an important position in the life of Port Louis, and a trip to Chinatown will immerse you in the rich commercial life of the Chinese community. There are plenty of genuine Chinese restaurants and busy grocery stores, stocking Chinese delicacies, to choose from, and if you’re lucky enough you’ll catch the Chinatown Food and Cultural Festival held annually.

 

Plaine Verte

I turisti rimangono affascinati dalla piazza principale di Plaine Verte, il quartiere islamico della città, dove è possibile gustare il “gateau piment” mauriziano, dolci indiani e musulmani e molti altri cibi e bevande.

 

Un viaggio nel tempo

Port Louis vanta numerosi siti di interesse storico e scoprirli è una vera caccia al tesoro!

Godetevi una passeggiata nei quartieri della città per ammirare le vecchie case coloniali e le "Casernes centrales", le caserme della polizia. Se, durante le passegiate, osservate attentamente i muri esterni delle caserme "Line Barracks" noterete un elemento in ferro battuto a forma di "S", il simbolo del governatore francese, La Bourdonnais, che promosse la costruzione delle strutture verso la metà del XVIII secolo.

Lo stesso simbolo ritorna sul muro più antico delle rovine che si trovano di fronte al "Grenier" (una volta il "fienile" di Mauritius, oggi un parcheggio), vicino al Windmill Museum, il museo del mulino, a Caudan Waterfront, sui resti delle formazioni di corallo che in passato circondavano parzialmente il mare all'interno del porto. Lasciatevi trasportare indietro nel tempo, mentre vi riparate all'ombra degli ultimi alberi rimasti in città e i vostri bambini giocano all'Astrolabe.